Formazione

La AVIA, dal 2008, ha concretizzato un'efficace sinergia tra l'attività editoriale e la formazione perché le linee teoriche tracciate dai manuali e dai saggi hanno trovato nella formazione e nell'aggiornamento l'applicazione pratica.

l tempo stesso, gli stimoli e le istanze che emergevano dal contatto con gli utenti hanno dato preziose indicazioni per l'impostazione di nuovi strumenti bibliografici. L'ambito attorno al quale ruotano tutti i corsi è la pragmatica della comunicazione e, in particolare, il ruolo delle strategie umoristiche nella comunicazione. I corsi sono stati, fino ad oggi, rivolti alla Pubblica Amministrazione:

1) Strategie di comunicazione delle norme di sicurezza da osservare durante le emergenze e le calamità naturali (utenza: insegnanti e alunni)

2) Modalità di comunicazione tra: dirigenti di pari grado e non, funzionari e pubblico (utenza: dirigenti pubblici)

3) Rimodulazione del rapporto docente-alunni attraverso la ristrutturazione ludica della lezione e lo svecchiamento della programmazione (utenza: docenti della scuola superiore)

4) Il ruolo dello humour nell'emergenza (utenza: operatori della protezione civile)

5) Durante il 2013, saranno attivati corsi a numero chiuso, destinati ad enti pubblici e aziende private, proiettati alla ristrutturazione del rapporto lavoro-vita privata per ottenere efficienza e creatività nel lavoro e una migliore qualità della vita nella sfera privata.

Scheda di iscrizione

Dentro e fuori la scena

Corso di comunicazione teatrale e pratiche relazionali

A fine ottobre ha inizio il primo corso di “nonsoloteatro”, firmato da Giovanni Nanfa, che si terrà presso il Teatro Jolly di Palermo. Il professore dell’umorismo non si è lasciato mai tentare dalle richieste molto frequenti di un laboratorio di teatro comico perché, per deformazione professionale, ha sempre considerato una “scuola” qualcosa di impegnativo che non può prescindere da chiari obiettivi, da programmazioni esaurienti e fattibili, e, soprattutto da un corpo docente che non abbia solo i titoli, ma anche l’esperienza sul campo. Grazie alla nuova sede teatrale, alla quale è stato annesso uno spazio attrezzato per la formazione, sembra che sia arrivato il momento giusto. I destinatari del corso, oltre agli aspiranti attori, saranno coloro i quali, per motivazioni professionali o personali, intendano migliorare il proprio modo di comunicare. In tutti gli ambiti, infatti, si fa sempre più pressante l’esigenza di adeguare la capacità di comunicare al contesto nel quale si opera. Per raggiungere questo obiettivo è indispensabile la consapevolezza dei propri mezzi espressivi e la conoscenza di tutti i criteri che regolano la comunicazione verbale e non verbale. Il corso ha una durata triennale anche se ogni anno rappresenta una unità didattica completa ed autonoma.

1° anno APPROCCIO
2° anno APPROFONDIMENTO
3° anno ACQUISIZIONE